cartoondesign su facebook
cartoondesign su twitter
Stefano Colombo su google plus
Stefano Colombo su linkedin

Menu

7 spunti SEO per principianti

se ti stai affacciando alla SEO non potrai fare a meno di questi consigli

Fare SEO, in realtà, non significa fare link building, ma sviluppare dei rapporti in grado di generare collegamenti.

Per chi è alle prime armi nel panorama SEO, può diventare un’impresa enorme conciliare i concetti, le pratiche e le decine e decine di segnali che permettono il posizionamento sui motori di ricerca. Nella maggior parte dei casi infatti, un SEO alle prime armi, si rivolgerà ad agenzie o SEO più esperti per portare a termine il lavoro commissionato, ottenendo come risultato un guadagno decisamente minore.

Il mio consiglio, prima di appoggiarsi ad una figura esperta, è di affrontare comunque il progetto, per cercare di comprendere i principi su cui si muovono gli spider di Google, Yahoo, Bing…

  • Il primo consiglio è di creare le buyer personas, ovvero ipotetici visitatori del tuo sito. Per farlo sarà necessario immedesimarti nei rituali, nelle preferenze e nelle ricerche, che un tuo probabile cliente potrebbe effettuare. Alcuni aspetti generici possono essere relativi all'età, il sesso, dove sono localizzati e quali sono gli interessi, per poi scendere nel dettaglio per scoprire dati più importanti, come la capacità di spesa, come usano i social network ed in quali sono maggiormente attivi. I dettagli, come spesso accade, fanno la differenza.

  • Identificare le parole chiave a coda lunga, che ti permetteranno di raggiungere il pubblico in cerca di prodotti e servizi simili ai tuoi. Ci sono molti servizi che ti possono aiutare a risolvere questa fase, come il Google Keyword Planner, senza dimenticarvi che oltre alle long tail keywords, anche la ricerca vocale effettuata tramite Siri, Google Now e Cortana, sta prendendo sempre più piede.

Se vuoi saperne di più sull’importanza delle parole chiave a coda lunga, leggi questo articolo!

  • Studiare i diretti concorrenti, chi occupa le posizioni più rilevanti della Serp dove posizionerete i vostri contenuti? Partite da loro, osservate come si sono comportati, non per copiarli, ma per sfruttarne i punti forza e se possibile valutare dove essere più competitivi.
7 spunti SEO per principianti
  • Nonostante il web sia un enorme contenitore di informazioni e ce ne siano a valanghe, la produzione dei contenuti resta un fondamento per la maggior parte delle strategie SEO. Utili per invitare i bot alla frequente visita del sito, così da indicizzarne i contenuti, migliora il posizionamento del sito per parole chiave di ricerca, crea valore per chi cerca informazioni. Se riuscite anche ad ottenere guest post (ecco un bell'articolo a riguardo) e link al vostro sito da chi possiede già una buona autorità nel settore, bé, state facendo bene 😊.

  • Quando create contenuti, prestate attenzione non solo ai link esterni. Costruire con efficacia link interni, permettendo al lettore di approfondire l’argomento, vi aiuta anche ad aumentare il tempo di permanenza sul sito degli stessi. Ulteriore segnale positivo agli occhi di Google.

  • Attenzione all’ottimizzazione del sito per i dispositivi mobili, il futuro ormai è scritto, e la maggior parte dei contenuti, vengono già visualizzati con regolarità da smartphone e tablet.

  • Quanto detto per l’ottimizzazione per mobile, deve valere per la velocità di caricamento delle pagine. In campo SEO è un fattore da tenere in grossa considerazione, quanto per l’usabilità del sito stesso. L’utente che deve attendere più di 2 secondi per l’apertura di un sito scelto tra i risultati di ricerca, è statisticamente provato che abbandonerà la pagina per affidarsi ad un altro risultato.

La SEO è un campo di studio estremamente vasto, necessita di molta pratica e di un continuo aggiornamento. Con questi 7 spunti per SEO alle prime armi, spero di avervi lasciato il giusto stimolo per cominciare a buttarvi nella corsa al fatidico “primo posto su Google” 😎.

Alla prossima!

Raccontalo su Facebook

Dillo con un Tweet