cartoondesign su facebook
cartoondesign su twitter
Stefano Colombo su google plus
Stefano Colombo su linkedin

Menu

Cosa sono le long tail in ambito SEO e quanto sono efficaci?

perché sfruttare le long tail per posizionare con maggior pertinenza i nostri contenuti

Spesso, molto spesso, si sente parlare di long tail keyword o di "parole chiave a coda lunga" quando si fa riferimento alle ottimizzazioni On Site, per favorire il posizionamento delle pagine del sito in questione.

Ma cosa sono le long tail, e perché gli esperti del settore consigliano di studiarle e farne uso?

In realtà la risposta alla prima domanda è piuttosto semplice, e come spesso accade, sono i numeri che motivano la scelta. Una long tail, non è altro che un insieme di parole chiave, che rendono sempre più specifica una ricerca. Per rendere meglio l'idea, possiamo usare la keyword "miele" ed il sito di un produttore.

Se io volessi posizionare un mio contenuto, se non l'intero sito con la keyword "miele", andrei incontro a diverse difficoltà. La concorrenza, utilizzando una parola chiave così generica, sarà agguerrita e se i miei contenuti non sono attinenti con ciò che si aspetta chi ha effettuato la ricerca, non lo sono neppure per Google. Chi effettua una ricerca con la parola chiave generica "miele", molto probabilmente non sta cercando qualcuno che glielo possa vendere, ma più verosimilmente qualcosa inerente le sue proprietà, le diverse tipologie o magari... la marca di elettrodomestici ;-)

long tail e motori di ricerca

Il secondo aspetto è relativo alla quantità di click che il nostro sito o contenuto riesce ad ottenere, quando viene mostrato dai motori di ricerca secondo una determinata query. Ovviamente, anche se riuscissimo a posizionare il nostro contenuto con una parola chiave generica, rischieremmo di non ricevere le visite desiderate in quanto il contenuto non è pertinente con le risposte che sta cercando l'utente. Anche se vendiamo miele quindi, è abbastanza inutile cercare di posizionarsi con una keyword così generica perché non ne avremmo un ritorno adeguato probabilmente.

A questo punto possiamo cominciare a parlare di parole chiave a coda lunga. Ad oggi, oltre il 70% delle ricerche effettuate tramite i motori di ricerca, utilizza long tail. L'utente rispetto al passato esegue domande sempre più specifiche, ed è proprio per questo che le parole chiave a coda lunga sono importanti.

Appurata l'inefficacia nel posizionarci con la keyword "miele", possiamo focalizzarci sulla scelta della long tail con cui potremmo proporci. Se vendiamo solo "miele di acacia", avrebbe poco senso posizionarsi anche con la long tail "miele millefiori" o "miele di castagno", in quanto non potremmo comunque soddisfare le richieste dell'utente.

Potremmo andare oltre e puntare alla long tail "vendita miele di acacia", oppure pensare ad una strategia spiccatamente locale "vendita miele di acacia lombardo", "miele di acacia veneto". Grazie ai numerosi strumenti che abbiamo a disposizione per studiare i volumi di ricerca della nostre long tail, possiamo scegliere quali sono gli utenti interessati ai nostri contenuti e se siamo nelle condizioni di soddisfare le loro richieste.

Alla prossima!

Raccontalo su Facebook

Dillo con un Tweet