Il “posto fisso” in Serp? Non esiste

Valutare il successo di una strategia SEO, controllando ripetutamente le posizioni raggiunte su chiavi ad alto traffico, ti sta facendo solo perdere tempo.

Classifica dei risultati sui motori di ricerca

Se hai accarezzato il mondo della SEO, oppure se sei un consulente SEO, avrai certamente provato a misurarti con le Serp e porti come obiettivo il posizionamento di un contenuto per la parola chiave “XYZ”. Se il risultato è stato raggiunto e la query d’interesse è ad alto traffico, ti sarai anche accorto che la posizione conquistata, non è per nulla definitiva.

Ma perché i risultati nelle Serp, fluttuano?

Perché per alcune parole chiave, il nostro sito si trova in posizioni diverse anche nel corso della stessa giornata?

La risposta è abbastanza semplice, più la chiave è competitiva e meno sarà stabile il posizionamento nell’elenco dei risultati. Questo accade perché il motore di ricerca esegue scansioni ripetute e con maggior frequenza, dei siti che si posizionano per queste chiavi ad alta concorrenza. Molto probabilmente, questo è dovuto dal fatto che i vari competitor eseguono frequenti modifiche ai loro contenuti… così il ciclo si ripete.

Quanto più velocemente si generano queste azioni, più vedrai i risultati fluttuare all’interno delle stesse Serp.

Consiglio: abbandona l’ossessione del posto fisso in Serp, non rappresentano il tuo obiettivo, ma il mezzo.

La Serp che vedi tu, probabilmente non è la stessa che vedo io e nemmeno quella dell’amico che abita a 300 km da te.
Avrai capito che molto probabilmente, anche i tuoi clienti non vedranno la stessa Serp.
Cambiano le località dalle quali vengono effettuate le ricerche, le differenti abitudini di navigazione, gli interessi…

Ora capisci perché le Serp sono un indicatore di successo, ma non il raggiungimento del successo. Il raggiungimento del tuo obiettivo deriva da vendite, lead, iscrizioni a newsletter ed altre metriche.
Lavorare per raggiungere il miglior posizionamento possibile rispetto ad una query interessante è molto importante, ma il posizionamento è un indicatore. Potrebbe sembrare un concetto banale, ma l’ossessione al raggiungimento della prima posizione in Serp, rischia di distrarci dai veri obiettivi da raggiungere.

Nella tua strategia SEO, dovresti sempre collegare i tuoi obiettivi di business a KPI che ti permettano di misurare le performance del tuo lavoro. Come abbiamo visto, il posizionamento in Serp è certamente uno di questi.

Quali potrebbero essere i KPI di una strategia SEO?

L’analisi delle prestazioni sono fondamentali per determinare l’efficiacia di una strategia, soprattutto in ambito digital. Ma come si possono determinare le metriche utili alle nostre analisi? Proprio per questo motivo spesso si sente parlare dell’importanza dei KPI.

KPI è l’acronimo di Key Performance Indicator. Semplificando, nel nostro caso può essere considerato un KPI, ogni metrica utile ad analizzare i risultati ottenuti dalla nostra strategia SEO. Selezionare i KPI in ambito SEO non è compito semplice, ma partendo dall’obiettivo del nostro business, è possibile determinare i KPI di riferimento, dai quali si potranno studiare micro metriche, indispensabili per un’analisi efficace.

Tra i KPI di riferimento, sicuramente possiamo considerare:

  • aumento delle visite in attività locale
  • aumento del fatturato
  • numero dei contatti ricevuti tramite i diversi canali di comunicazione
  • conversioni dirette
  • conversioni da landing page
  • costi di acquisizione
  • iscrizioni alla newsletter
  • riduzione dei costi della spesa pubblicitaria

Tutti questi KPI, possono essere considerati dei macroelementi e permetteranno uno studio analitico attraverso dei KPI più specifici. Nel caso di un sito e-commerce ad esempio, sono KPI specifici il tempo di permanenza sul sito, il numero di pagine visitate per visita, il tasso di abbandono a carrello ecc.

Come avrai capito, determinare quali siano le migliori metriche specifiche per analizzare le performance del tuo lavoro, è fondamentale per ottenere una valutazione precisa di cosa sta funzionando e cosa è da rivedere, all’interno della tua strategia.

Alla prossima!

Vuoi lavorare con me?

Ti offro una consulenza gratuita di 15 minuti per parlare insieme del tuo progetto

Gli ultimi articoli dal Blog

Come correggere gli errori 404 in pochi minuti

Come correggere gli errori 404 in pochi minuti

Cos’è un errore 404, perché è importante risolvere questa tipologia di errori e soprattutto cosa fare per risolverli in pochi passaggi. In questo articolo ti aiuterò a comprendere e risolvere gli errori 404 segnalati sulla Search Console, ma prima di iniziare, vale la pena spendere due parole sul famoso errore soft 404.